A+ A A-

Statuto


STATUTO DELLA
"ASSOCIAZIONE PER LA LOTTA CONTRO LE MALATTIE DEL RENE"

Art. 1
DENOMINAZIONE E SEDE
E' costituita l'associazione denominata "ASSOCIAZIONE PER LA LOTTA CONTRO LE MALATTIE DEL RENE"con sede legale in Trieste, via di Donota n. 2, in breve denominabile anche come "A.MA.RE. il rene".
Art. 2
STATUTO E REGOLAMENTO
L'associazione è senza fini di lucro, è disciplinata dal presente statuto e dal regolamento interno, agisce nei limiti della legge n. 266/1991, della Legge Regionale n. 12/1995 e dei principi generali dell'ordinamento giuridico.
Art. 3
FINALITA'
L'associazione si prefigge lo scopo di:
1 dare assistenza ai pazienti nefropatici bisognosi mediante volontariato di persone sensibilizzate ai problemi dell'Associazione
2 promuovere la cura, l'assistenza sociale e psicologica ai malati nonché l'assistenza globale ai pazienti bisognosi;
3 favorire la realizzazione del trapianto di rene e salvaguardare costantemente l'integrità fisica dei trapiantati e assicurare loro una vita dignitosa;
4 promuovere studi in via autonoma ed in collaborazione con enti pubblici, privati, nel campo dell'epidemiologia, prevenzione, diagnosi e terapia delle malattie acute e croniche del rene;
5 favorire e diffondere le conoscenze sulle nefropatie;
6 potenziare le strutture nefrologiche nella Provincia di Trieste per quanto riguarda gli ambienti ed i macchinari dedicati alla cura dei nefropatici;
7 informare pazienti e cittadini in genere sulla possibilità e sulle modalità di prevenzione, diagnosi e cura delle malattie acute e croniche del rene.


Art. 4
COLLABORAZIONI ED ADESIONI
L'Associazione può aderire ad iniziative di organizzazioni nazionali ed internazionali aventi finalità similari; può collaborare con enti pubblici e privati nel perseguimento degli scopi statutari; può effettuare opera di consulenza per enti pubblici e privati. Le iniziative dell'Associazione sono prevalentemente rivolte al Servizio di Nefrologia e Dialisi della Azienda Ospedaliera "Ospedali Riuniti" di Trieste ed ai pazienti ad esso afferenti, sebbene indistintamente tutti i malati di rene e tutti i residenti nella Provincia di Trieste possono beneficiare delle iniziative della Associazione.

Art. 5
ASSOCIATI
Sono associati tutte le persone fisiche o giuridiche che condividano le finalità previste all'art. 3 del presente Statuto e che abbiano versato la quota associativa. Gli Associati vengono distinti in affiliati, ordinari, sostenitori in conformità al diverso canone di associazione stabilito con deliberazione del Consiglio Direttivo, salvo diversa deliberazione dell'Assemblea assunta nella prima convocazione utile. Assumono la qualifica di soci affiliati i pazienti e gli operatori sanitari del settore, ai quali è riservato il pagamento del canone associativo in maniera ridotta. Assumono la qualifica di soci sostenitori tutti i soggetti che versano il canone associativo in misura più elevata.


DIRITTI E DOVERI DEGLI ASSOCIATI
Tutti i soci, indipendentemente dalla qualifica assunta, possono accedere con uguali diritti a tutte le cariche associative previste dal presente Statuto, partecipano alla vita associativa svolgendo opera di organizzazione e controllo della stessa e hanno diritto di essere informati sull'attività dell'Associazione. Gli Associati sono altresì tenuti al versamento del canone associativo, all'osservanza del presente statuto, ad agire in modo spontaneo e gratuito per il perseguimento dei fini statutari.

RECESSO ED ESCLUSIONE
La qualità di Associato si perde per mancato pagamento del canone associativo, per dimissioni o per decadenza quanto l'attività o la condotta dell'associato siano in contrasto o incompatibili con gli scopi o con la dignità morale dell'Associazione.

Art. 6
ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE
Sono organi dell'Associazione:

• Assemblea degli associati;
• Il Presidente;
• Il Vice Presidente;
• Il Segretario/Tesoriere;
• Il Consiglio Direttivo;
• I Revisori dei Conti:
Nessun compenso è dovuto per gli incarichi relativi agli Organi dell'Associazione venendo gli stessi assunti a titolo completamente gratuito.

Art. 7
ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI
L'Assemblea degli associati ha tutti i poteri previsti dalle leggi vigenti e dal presente Statuto ed è convocata d'iniziativa del Presidente almeno una volta all'anno entro i primi quattro mesi oppure quando sia richiesto dal Consiglio Direttivo, da due revisori dei conti o da almeno un decimo degli associati. Ogni associato dispone di un voto e deve esprimerlo personalmente od a mezzo di altro associato delegato.
In particolare spetta all'Assemblea ordinaria:
• l'elezione dei membri del Consiglio Direttivo previa determinazione del loro numero in conformità a quanto stabilito dal successivo art. 8;
• l'elezione dei membri dei Revisori dei Conti;
• l'approvazione dei bilanci preventivo e consuntivo dell'Associazione, presentati dal Consiglio Direttivo.
Le deliberazioni dell'Assemblea ordinaria sono prese a maggioranza di voti e con la presenza di almeno la metà degli associati. In seconda convocazione le stesse sono valide qualunque sia il numero degli intervenuti.

Spetta invece all'Assemblea Straordinaria:
• deliberare sulle modifiche statutarie;
• deliberare sullo scioglimento dell'Associazione.
La convocazione dell'assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, deve essere effettuata otto giorni prima della scadenza dell'adunanza, mediante avviso contenente le materie da trattare.
Nell'avviso di convocazione deve essere indicato, il luogo, l'ora e la data anche dell'eventuale seconda convocazione.

Art. 8
IL CONSIGLIO DIRETTIVO
Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di cinque ad un massimo di sette soci eletti d all'Assemblea degli Associati. I Consiglieri durano in carica tre anni e possono essere rieletti. IL Consiglio Direttivo viene convocato dal Presidente, ogniqualvolta lo ritenga necessario o quando un terzo dei Consiglieri ne faccia richiesta. IL Consiglio Direttivo elegge il Presidente nel suo seno a maggioranza di voti e, su proposta di quest'ultimo, elegge un Segretario/Tesoriere, preferibilmente tra i membri del Consiglio stesso. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide quando sia presente la metà più uno dei suoi membri e le decisioni sono validamente deliberate a maggioranza dei presenti. Il Consiglio Direttivo provvede a gestire l'attività sociale, secondo le linee di indirizzo indicate dall'Assemblea degli associati, riferisce all'Assemblea sull'attività dell'Associazione, compila i prospetti dei bilanci preventivo e consuntivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea, provvede all'amministrazione del patrimonio associativo. Il Consiglio Direttivo nomina i membri del Comitato Tecnico e ne attua le necessarie indicazioni come previsto dal successivo art. 13. Il Consiglio Direttivo può proporre all'Assemblea degli associati, per un miglior funzionamento dell'organizzazione, dei Regolamenti interni.

Art. 9
IL PRESIDENTE
Il Presidente viene eletto nel proprio seno dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri con voto favorevole espresso dalla maggioranza dei Consiglieri in carica. Rappresenta l'Associazione in giudizio e di fronte ai terzi, convoca e presiede l'Assemblea ed il Consiglio Direttivo. Firma, congiuntamente al Segretario, i mandati di pagamento a carico dell'Associazione sulla base di specifiche delibere autorizzative assunte dal Consiglio Direttivo. In caso di assenza od impedimento il Presidente è sostituito dal Vice Presidente.

Art. 10
IL VICE PRESIDENTE
Il Vice Presidente, eletto dal Consiglio Direttivo, sostituisce il Presidente in ogni sua attribuzione ogniqualvolta questi sia impedito all'esercizio delle proprie funzioni.

Art. 11
IL SEGRETARIO/TESORIERE
Il Segretario viene eletto nel proprio seno dal Consiglio Direttivo tra i suoi membri con voto favorevole espresso dalla maggioranza dei Consiglieri in carica. Redige e conserva i verbali del Consiglio Direttivo, istruisce le pratiche relative agli argomenti a sottoporre all'Assemblea e al Consiglio Direttivo per le conseguenti deliberazioni, cura l'attuazione delle delibere. Ha i poteri e le responsabilità relativi all'ordinaria amministrazione dell'Associazione che non siano dalla Legge o dal presente statuto esplicitamente riservati ad altri organi. Incassa i canoni associativi e firma, congiuntamente al Presidente, i mandati di pagamento a carico dell'Associazione sulla base di specifiche delibere autorizzative assunte dal Consiglio Direttivo.

Art. 12
IL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri eletti dall'Assemblea, durano in carica tre anni e possono essere rinnovati. Essi eleggono il Presidente dei Revisori, controllano la contabilità e i bilanci dell'Associazione, la corrispondenza delle delibere del Consiglio Direttivo agli scopi sociali e di tutto questo riferiscono all'Assemblea.

Art. 13
IL COMITATO TECNICO
Può essere costituito un Comitato Tecnico con funzioni consultive composto da tre a cinque membri dipendenti del Servizio di Nefrologia e Dialisi dell'Azienda Ospedaliera "Ospedali Riuniti" di Trieste (non necessariamente soci dell'Associazione) almeno due membri saranno medici di questo Reparto, che è istituzionalmente tenuto alla cura dei pazienti affetti da nefropatie acute e croniche della provincia di Trieste e al quale afferisce di fatto la grande maggioranza dei nefropatici della provincia. La nomina dei membri del Comitato Tecnico è effettuata dal Consiglio Direttivo su designazione del Primario del Reparto. I membri del Comitato Tecnico durano in carica tre anni e possono essere rinnovati. Essi non possono far parte del Consiglio Direttivo e svolgono la loro attività gratuitamente. Il Comitato Tecnico esprime il suo parere sulle proposte di attività sottopostegli dal Consiglio Direttivo fornendo allo stesso le specifiche indicazioni tecniche utili per il miglio conseguimento dei fini statutari.

Art. 14
RISORSE ECONOMICHE
L'Associazione trae le risorse economiche da:
• quote d'iscrizione;
• quote annue associative e contributi degli aderenti;
• contributi dei privati;
• contributi dello Stato, di enti e di istituzioni pubbliche;
• contributi di organismi internazionali;
• donazioni e lasciti testamentari;
• rimborsi derivanti da convenzioni;
• entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali;
• rendite di beni mobili od immobili pervenuti all'Associazione a qualunque titolo.
Ogni operazione finanziaria è disposta con firme congiunte del Presidente e del Segretario.

Art. 15
NORME DI RINVIO
Per quanto non previsto dal presente statuto e dal regolamento interno si applicano le disposizioni di legge.

Login

Contatti

A.Ma.Re. il rene
Associazione per la lotta contro le malattie del rene
Viale XX Settembre 60
34100 Trieste

Telefono: 040 3498946
Fax: 040 3487838