A+ A A-

Distribuzione materiale

DISTRIBUZIONE MATERIALE INFORMATIVO
Informazione - Prevenzione - Diagnosi precoce
Perchè amare il rene?
Gli antichi avrebbero detto perchè "il rene è lo specchio dell'anima"; i moderni potrebbero dire perchè "puliti dentro, belli fuori"; noi invece vogliamo ricordare che:
• i reni sono fondamentali per la vita almeno quanto lo sono il cuore ed i polmoni;
• un gran numero di malattie può compromettere i reni;
• una grave insufficienza renale costringe all'uso della dialisi o richiede il trapianto di rene.
A cosa servono i reni?
Molte funzioni dell'organismo dipendono dalla capacità dei reni di:
• eliminare i sali e l'acqua introdotti in eccesso;
• eliminare alcune scorie tossiche prodotte dall'organismo;
• regolare la pressione arteriosa e la produzione dei globuli rossi.
Chi è soggetto a malattie dei reni?
Purtroppo tutti, giovani e vecchi. Ma alcune categorie di persone sono a maggior rischio:
• diabetici; ipertesi; soggetti con severa arterosclerosi.
Con quali esami si sospetta una malattia renale?
Con alcuni esami molto semplici:
• esame delle urine: la presenza di sangue e di proteine nelle urine deve spingere ad approfondire la diagnosi;
• azotemia e creatininemia: valori di azotemia superiori a 50 mg/dl e soprattutto valori di creatininemia superiori a 1,3 mg/dl possono indicare una insufficienza renale che deve essere meglio indagata.
Come ci si accorge che i reni sono malati?
Sfortunatamente non vi sono sintomi specifici:
• il dolore ai reni non è quasi mai presente;
• quando compaiono i sintomi (gonfiore alle gambe, ipertensione arteriosa, anemia, etc.) l'insufficienza renale è già piuttosto avanzata.
Tutti devono fare gli esami per i reni?
No! Ma:
• spesso tra gli esami eseguiti per vari motivi sono presenti anche quelli renali e valori alterati, anche di poco, non vengono adeguatamente presi in considerazione;
• nell'eseguire "esami generali" l'esame delle urine e la creatininemia hanno la stessa dignità di tanti altri esami comunemente richiesti.
Cosa devo fare quando si trovano "esami renali" alterati?
Rivolgersi al proprio medico curante che collaborerà con il Nefrologo (che è lo specialista delle malattie mediche del rene e non il medico dei nervi).
Cosa accade quando i reni non funzionano?
Per un certo periodo nulla di particolare, ma quando la funzione renale è piuttosto compromessa:
• l'acqua e i sali si accumulano nell'organismo (gonfiore del volto e delle gambe);
• tutte le funzioni vitali si alterano (perdita dell'appetito e dimagrimento, stanchezza, depressione mentale);
• la pressione arteriosa sale e i globuli rossi del sangue diminuiscono (anemia).
Quanti sono i pazienti in dialisi o con il trapianto di rene?
Da stime recenti si calcola che:
• circa 42.000 persone vivono grazie alle macchine che depurano l'organismo (reni artificiali) tre volte alla settimana, 4-5 ore alla volta;
• circa 10.000 pazienti vivono con un rene trapiantato ma. Quasi altrettanti sono ancora in attesa di ricevere il trapianto a causa della mancanza di donazioni.
Quanti sono i malati di rene?
Migliaia e migliaia. Fortunatamente però:
• le malattie dei reni sono curabili;
• l'insufficienza renale può essere controllata.
Quando i provvedimenti terapeutici, con la dieta e con i farmaci, giungono troppo tardi la funzione renale può peggiorare fino alla necessità della dialisi.
Avviare precocemente al nefrologo le persone con insufficienza renale significa garantire loro una malattia meglio controllata e quindi la possibilità di una vita più serena.


Login

Contatti

A.Ma.Re. il rene
Associazione per la lotta contro le malattie del rene
Viale XX Settembre 60
34100 Trieste

Telefono: 040 3498946
Fax: 040 3487838